Da un esordio da incorniciare al buio totale. Che fine ha fatto Yann Karamoh?

A lungo inseguito e in un attimo perso, per poi essere riacciuffato nelle battute finali della sessione estiva del calciomercato.

Yann Karamoh, una delle tante intuizioni dello scout Sabatini, entrato al posto di Borja Valero a soli 18 minuti dalla fine nella gara interna contro il Genoa con un esordio che definire positivo è poco.

Sembrava infatti che il ragazzo, grazie alle sue doti tecniche e alla sua personalità, avesse trovato il suo posto in squadra, quantomeno come rincalzo per far rifiatare il sempre generoso Candreva: dribbling e accelerazioni spaventose che in pochi minuti hanno costretto il Genoa a giocare in inferiorità numerica con l’espulsione di Taarabt e permettendo all’Inter di vincere con D’Ambrosio su un angolo scaturito proprio da una sua conclusione. Un impatto tanto devastante quanto decisivo sulla partita che ha mandato in tilt la difesa rossoblù, fino a quel momento solida nel costringere i nerazzurri a uno sterile possesso palla.

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

I 50.000 di San Siro subito innamorati, come tanti altri tifosi della Benamata… eccolo il jolly sempre pronto ad entrare a partita in corso nelle situazioni più intricate per sbrogliare la matassa!

Sembrava… ma da quel giorno Yann Karamoh non ha più visto il campo.

Eppure le sue fiammate, i suoi strappi improvvisi, possono rivelarsi utili per vivacizzare quelle situazioni in cui l’Inter fatica ad essere incisiva davanti. In cui manca di velocità e spunti per saltare gli avversari e gettare scompiglio in difesa.

In tanti reclamano minuti per il giovane classe 1998 ex Caen, smaniosi di rivederlo sul terreno di gioco; lui, per il momento, si limita ad allenarsi e a riempire i social di hastag come amala e forza inter, nell’attesa di trovare spazio.

Certo, l’idea di mister Spalletti di far giocare sempre gli stessi non lascia chissà quali speranze di rivederlo presto sfrecciare sulla fascia ma siamo sicuri che non mancherà l’occasione: per quanto giovanissimo, tra i nuovi arrivati dai campionati esteri è il più pronto.

All’allenatore spetta decidere sulla sua gestione, a Yann Karamoh continuare a stupire quando verrà chiamato in causa.

Autore

donatella.palese@libero.it'
Donatella Palese

Appassionata di Inter. Redattore di Interfans.org