Inter -Sassuolo: la stagione è andata, ma la tifoseria va rispettata

Domani alle 12.30 Inter e Sassuolo scenderanno in campo allo stadio Giuseppe Meazza.

Per i nerazzurri è stata una settimana scoppiettante. Le vicende extra campo hanno infiammato gli ultimi giorni ad Appiano. Pioli è stato esonerato.  La notizia, anche se prevista al termine del campionato, ha sconvolto in parte tifosi, allenatore e dirigenza. La decisione è stata presa dal presidente Zhang in persona.  Ormai il patron cinese ha perso le staffe; vuole costruire qualcosa di importante e vuoi farlo con l’Inter. Mister Pioli ha rilevato una squadra in zona retrocessione  e ha fatto sognare l’intera piazza per più di due mesi. Dopo la partita contro il Torino, però,  qualcosa si è incrinato. La squadra non rispondeva più ai suoi comandi e il clima, generatosi all’interno della piazza, ha portato alla decisione ultima. Il tecnico ex Lazio, nonostante i buoni risultati ottenuti, ha commesso errori fatali negli incontri decisivi. E ciò in una società come l’Inter non è tollerabile.

Un’altra notizia fresca di giornata sta circolando sul web: Pepe, difensore del Real Madrid, sembrerebbe ad un passo dal vestire la maglia nerazzurra. Il 34enne stopper verrà acquistato sicuramente  per la sua leadership, per il suo carattere e per la sua cattiveria agonistica. Il portoghese può essere paragonato a Materazzi per la sua indole guerriera, ma il centrale italiano aveva molto di più dal punto di vista tecnico.  Ora si attende solo l’ufficialità per il difensore,il quale arriverebbe a costo zero ad Appiano.

Al momento circolano molte voci, succedono molte cose, ma l’unica notizia certa è la seguente: domani si gioca. Stefano Vecchi ha parlato di una squadra vogliosa di cambiare marcia. È previsto un cambio di modulo per la partita di domani. Il tecnico della Primavera ha provato il 4-3-3.  In porta verrà confermato Handanovic; la difesa sarà composta da D’Ambrosio,  Medel,  Andreolli e Nagatomo; a centrocampo Gagliardini sarà il mediano e ai suoi lati aggirano Brozovic e Joao Mario; il tridente d’attacco non può che essere composto da Perisic,  Candreva e Icardi.  Il capitano è alla ricerca di un gol che lo porterebbe nella top ten dei migliori marcatori della storia dell’Inter.

Dall’altra parte ci sarà un Sassuolo senza obiettivi. La squadra di Di Francesco, per colpa degli infortuni, non è riuscita ad imporsi come avrebbe voluto e ora vive un finale di campionato tranquillo. Per gli emiliani si profila il classico 4-3-3. Consigli sarà il portiere; in difesa ci saranno Lirola,  Acerbi, Cannavaro e Peluso; a centrocampo Sensi agirà da mediano con Biondini e Missiroli ai lati; in attacco il tridente formato da Berardi,  Defrel e Politano.

I tifosi allo stadio domani saranno circa 40 mila,  un’altra gran bella risposta per i nerazzurri. L’attaccamento verso la squadra davvero non muore mai. Il team, nonostante tutto, verrà contestato duramente dai supporters.  Da loro ci si aspettava di più,  molto di più.

Autore

giacomoberetta20@gmail.com'
Giacomo Beretta

Studente universitario presso Università Cattolica del Sacro Cuore, stagista presso Noibrugherio e interista dalla nascita.