Inter-Pescara: alla ricerca della settima meraviglia, ma occhio alle diffide

Stasera alle ore 20.45 a San Siro scende in campo l’Inter, un Inter che, nonostante le ultime 6 vittorie nelle 6 partite precedenti, deve continuare a vincere e a sorprendere.

Bel gruppo

Stefano Pioli, nell’intervista rilasciata giovedì,  ha ribadito di avere in testa solo ed esclusivamente la partita contro Oddo e compagnia. I quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio e la sfida delle sfide contro la Juventus a Torino,  per il momento, possono aspettare. Il tecnico interista non sembra avere dubbi in vista di stasera, considerando anche i giocatori a rischio diffida (Miranda e Kondogbia). Dal punto di vista tattico verrà confermato il solito modulo (4-2-3-1) con Handanovic in porta; D’Ambrosio, Medel, Murillo (o Andreolli se il colombiano non dovesse smaltire l’attacco influenzale) e Santon vista la squalifica di Ansaldi; Brozovic e Gagliardini a centrocampo; Candreva, Joao Mario e Perisic (anche se Eder scalpita) dietro all’unica punta Mauro Icardi. Il capitano viene da una partita giocata sottotono contro il Palermo e tutti si aspettano un suo ritorno nel tabellino dei marcatori visto che l’argentino in casa è una macchina da gol.

Gli avversari

Il Pescara di Oddo, invece, oltre a vivere un periodo di estrema difficoltà dal punto di vista dei risultati, sarà costretto a rinunciare a diversi elementi come Caprari, Campagnaro, Bovo, Brugman,  Muntari e Gilardino.  Il tecnico, ex giocatore di Lazio e Milan, sembra intenzionato a schierare un 4-4-1-1 con Bizzarri in porta; Crescenzi, Coda, Stendardo e Biraghi in difesa; Zampano,  Memushaj,  Bruno e Verre a centrocampo; Benali e Bahebeck, a segno all’andata, in attacco.

Cercasi ulteriori certezze

La prossima settimana la compagine nerazzurra sarà impegnata in due sfide molto dispendiose.  Per questo motivo è necessario innalzare ulteriormente la propria autostima, vincendo e convincendo anche questa sera.

Autore

giacomoberetta20@gmail.com'
Giacomo Beretta
Studente universitario presso Università Cattolica del Sacro Cuore, stagista presso Noibrugherio e interista dalla nascita.