Udinese-Inter: finalmente si torna in campo

84d8a79fa9.jpeg

Fra poco i nerazzurri torneranno in campo per inseguire nuovamente la zona Champions. In trasferta, però,  si sa non è mai semplice,  specialmente a Udine visto il rullino di marcia degli emiliani  all’interno delle mura amiche nelle ultime partite del 2016.

Il tecnico

Il tecnico dell’Inter Pioli si è detto molto soddisfatto del lavoro svolto con la squadra nel ritiro “caldo” di Marbella. Ora sarà necessario acclimatarsi per riprendere l’ottimo cammino che la sosta natalizia ha voluto interrompere. Le tre vittorie consecutive senza nemmeno un gol subito non sono un caso, non devono esserlo se i nerazzurri vogliono veramente recuperare punti alle pretendenti. Pioli sembra intenzionato a confermare gli undici che hanno sconfitto i biancocelesti in casa, ma con  Joao Mario al posto di Banega nel ruolo di trequartista dietro a Mauro Icardi. 4-2-3-1 quindi per l’Inter con Handanovic, D’Ambrosio, Murillo, Miranda e Ansaldi in difesa; Brozovic e Kondogbia a centrocampo; Candreva, Joao Mario, Perisic e Icardi in attacco.

Gli avversari

L’Udinese,  come è stato detto in precedenza, sta vivendo un buon periodo di forma grazie soprattutto alle vittorie in casa. Il tecnico dei friulani Del Neri ha elogiato Pioli e i suoi ragazzi in conferenza stampa e ha confermato il 4-3-3 delle ultime uscite con Karnezis in porta; Widmer,  Danilo, Felipe e Samir in difesa; Fofana, Kums e Jankto a centrocampo; Mato, Zapata e Thereau in attacco.

Coincidenze

In comune le due squadre hanno molte cose in comune riconducibili al  cambio di allenatore: una classifica migliore, una media punti più alta e soprattutto una difesa più solida.

Bombers

Quella di oggi sarà anche la sfida fra Icardi e Thereau. Il capitano nerazzurro è tornato a segnare contro la Lazio e si è ripreso la vetta della classifica dei cannonieri a 14 gol, ma anche Thereau sta facendo molto bene, soprattutto,  dopo l’arrivo di Del Neri ha partecipato a 10 degli ultimi 18 gol dei bianconeri con otto reti e due assist.

Tutto pronto, anzi no

La tavola è apparecchiata, gli ospiti sono arrivati e le pietanze sono pronte, manca solo che la partita inizi perché le vacanze sono salutari, ma l’assenza del campionato si fa sentire eccome.

Autore

giacomoberetta20@gmail.com'
Giacomo Beretta
Studente universitario presso Università Cattolica del Sacro Cuore, stagista presso Noibrugherio e interista dalla nascita.